Le onde d’urto sono impiegate da molti anni in fisioterapia. Conosciute per i loro effetti benefici, esse sono una terapia in continua evoluzione.

Ma cosa sono le onde d’urto?

La terapia a onde d’urto si basa sulla capacità di propagazione degli impulsi sonori che, emessi da appositi manipoli, attraversano i tessuti del corpo.

Queste onde acustiche svolgono sulle cellule una sorta di micro-massaggio che produce effetti positivi sulle parti trattate. Per questo motivo le onde d’urto sono impiegate di frequente in fisioterapia, per il trattamento delle principali sintomatologie muscolo-scheletriche. Il motivo del successo di questa terapia risiede nell’importante azione antinfiammatoria e di rigenerazione a livello cellulare, che avviene dopo le sedute.

Le onde d’urto Shockwave, utilizzate nel nostro centro, sono un dispositivo innovativo per la terapia onde d’urto. Si utilizzano per trattare aree specifiche del corpo in modo totalmente indolore. L’ onda d’urto Shockwave genera uno stimolo sinergico di impulsi sonori, tecar e veicolazione.

Basate sul principio di sinergia terapeutica, questi nuovi macchinari consentono di effettuare la terapia seguendo un processo biologico ottimale. Il richiamo di acqua nel tessuto trattato consente infatti a questa tipologia di trattamento di essere più efficace.

Terapia onde d’urto Shockwave.

Le onde d’urto Shockwave rappresentano l’evoluzione delle apparecchiature “monomodali”. L’approccio “multimodale” rappresenta la prima grande novità nel campo delle cure con onda d’urto dopo decenni di immobilità tecnologica. Gli studi che hanno portato a questo tipo di terapia strumentale di nuova generazione si sono concentrati sulla possibilità di offrire trattamenti ancor meno invasivi ottimizzando i benefici.

Il risultato? Finalmente è possibile generare delle modifiche tissutali che permettano all’onda sonora di propagarsi in modo efficace, senza necessità di impiegare altissime pressioni come nei sistemi tradizionali. La pressione generata dal meccanismo Shockwave è calibrata al fine di penetrare in modo efficace nei tessuti biostimolati, raggiungendo l’area da trattare rapidamente e in modo controllato. Tutto questo si riassume nella possibilità di mantenere l’efficacia delle tradizionali sessioni di terapia ad onde d’urto ma offrendo al paziente ancor più sicurezza e relax. Grazie a questa nuova tecnologia, infatti, non si percepiscono dolori o fastidi particolari durante il trattamento.

Terapia onde d’urto, in cosa consiste?

Le sedute avvengono normalmente in uno studio fisioterapico o in ambulatorio. Il paziente viene fatto sdraiare o sedere sul lettino ambulatoriale per tutta la durata della sessione di onde d’urto. Il terapista controlla il paziente, gestendo eventuali pause per trattare più aree, e controllando la sua posizione sul lettino. Inoltre, egli può regolare il livello di energia emessa dallo strumento che produce le onde anche in base alla sensibilità di ogni paziente. I cicli di terapia ad onde d’urto generalmente iniziano e si concludono in poche settimane, variando a seconda dei casi.

Onde d’urto quanto dura una seduta.

Le singole sedute di terapia sono abbastanza brevi, con una durata di circa 15 minuti. Un ciclo di terapia prevede solitamente da 3 a 5 applicazioni, ma questa cadenza può anche variare a seconda del problema trattato e a discrezione del medico.

Come nel caso di altre terapie strumentali, anche nel caso della terapia onde d’urto i risultati non sono immediati e per questo, oltre alla durata delle singole sedute, è bene mettere in conto la necessità di un controllo di follow-up. I controlli, svolti a distanza di almeno un paio di settimane dalla fine del ciclo, servono a stabilire i progressi del paziente e verificare i benefici prodotti dal ciclo di sedute.

Onde d’urto indicazioni

Dal punto di vista terapeutico, la terapia con onde d’urto è spesso combinata ad altri trattamenti fisioterapici per accelerare il recupero fisico dei pazienti. Questo tipo di trattamento può essere consigliato in molti frangenti e per la cura di numerose patologie.

Per fare degli esempi pratici, ecco una lista delle sintomatologie e dei problemi solitamente trattati con questa terapia strumentale:

  • Tendinopatie (anche calcifiche di spalla)
  • Spina calcaneare (anche problemi associati come la fascite plantare)
  • Capsuliti
  • Calcificazioni
  • Dolore cronico
  • Edema
  • Fibrosi
  • Trattamenti antalgici
  • Tessuti fibrotici
  • Entesopatie
  • Pseudoartrosi
  • Vizi di consolidazione (ossia ritardi nella guarigione delle fratture)

Terapia onde d’urto, controindicazioni

Le onde d’urto rappresentano una terapia sicura, in quanto non invasiva. Per questo motivo non sono previsti particolari effetti collaterali. Le sessioni si svolgono all’interno del centro fisioterapico, analogamente ad altri trattamenti strumentali.

Tuttavia, esistono situazioni in cui è bene prestare attenzione, come nel caso di:

  • pazienti con coagulopatie
  • pazienti con neoplasie
  • portatori di pacemaker
  • donne in gravidanza
  • soggetti molto giovani, in cui è presente ancora un accrescimento cartilagineo

Per questo motivo, prima di decidere un percorso di cura, è sempre necessario un colloquio preliminare con un medico.

Onde d’urto a Schio (VI)

Se cerchi un trattamento specifico per uno stato infiammatorio, uno stato doloroso, o per altri tipi di problemi trattabili con onde d’urto, il centro fisioterapico di Fisiocortiana è a tua disposizione.

Contattaci per consultarci e valutare l’inserimento di un ciclo di terapia onde d’urto Shockwave all’interno del tuo piano di cura. Telefonaci o inviaci un messaggio.